Evgenij Shipov

Nato a Kostroma nel 1927, dal 1940 al 1948 frequenta lo studio del Pittore Schlein che lì si era rifugiato durante la seconda guerra mondiale. Terminata la scuola s’iscrive all’Istituto d’Arte di Targa per poi diplomarsi nel 1955 al “Surikov” di Mosca presso il corso di Laurea in Grafica tenuto da B. A. Dechtjarev. Dopo gli studi collabora con molte case editrici.

Nel 1962 entra nell’organizzazione del Fondo Regionale per l’Arte e nel 1968 diventa membro dell’Organizzazione degli Artisti di Mosca. Dal 1963 inizia la sua attività espositiva che assume una connotazione sempre maggiore fino ad eventi di carattere internazionale.

Dagli anni Sessanta è assiduamente presente ad importanti manifestazioni artistiche moscovite, ottenendo diversi premi e riconoscimenti. Dagli inizi degli anni Sessanta, si dedica prevalentemente al ritratto e ad opere tematiche, a partire dagli anni Ottanta, invece, al paesaggio.

In seguito alle sue ultime mostre, i suoi lavori sono entrati a pieno titolo nei circuiti ufficiali e si trovano attualmente in molti musei nazionali ed europei. L’artista lavora nell’ambito della tradizione della scuola del realismo russo, attraverso le sue opere vuole trasmettere la gioia di vita e il suo ideale di bellezza.